+393884247489 [email protected]

La trasformazione digitale degli ultimi anni sta avendo effetti sempre più evidenti sulle aziende di tutto il mondo, e quindi sui consumatori, cambiando profondamente il modo di fare business. Questa trasformazione non si traduce solo nell’evoluzione del tipo dei dispositivi che usiamo, ma anche e soprattutto nell’applicazione dei dati nella vita di tutti i giorni. I dati che produciamo non si fermano mai, ecco perché le aziende devono rimanere al passo se vogliono imparare a tradurre queste informazioni in profitto. Meglio ancora: la tua azienda deve imparare ad anticipare, prevedere e reagire in tempo reale ai cambiamenti in atto. Come? Con una buona strategia basata sull’analisi dei dati.


Un mondo fatto di dati


Se hai mai visto un campo da calcio dal vivo, saprai quanto è lungo e quanto tempo occorre per attraversarlo.
Cosa c’entra il calcio coi dati? IDC ha calcolato che nel 2010 sono stati raccolti nel mondo 2 Zettabyte di dati digitali, corrispondenti, se li trasponessimo in unità di archiviazione da 1 GB e li mettessimo in fila, a circa 184 milioni di campi da calcio. Per il 2020 è già prevista la raccolta di 44 Zettabyte di dati… Lasciamo a te il calcolo.

Praticamente tutto ciò che tocchiamo oggi porta alla produzione e quindi alla raccolta dati: questo perché ci siamo accorti di quanto siano utili per prendere decisioni analitiche e migliorare così la nostra posizione sul mercato (se siamo un’azienda), ma anche la nostra vita quotidiana (se siamo utenti).

 

L’approccio data-driven: la tua strategia vincente

 

Illustrazione del processo d'acquisto su modello funnel marketingLa mia strategia di marketing è efficace? Mi sto rivolgendo alle giuste audience? La mia azienda è davvero competitiva?”
Per rispondere a queste e molte altre domande non puoi prescindere da una corretta analisi dei dati. L’approccio data-driven ti aiuterà moltissimo nel raggiungimento dei tuoi obiettivi, che si tratti di:

 

  •       Aumentare le tue vendite
  •       Migliorare la tua brand identity e posizionare il tuo brand sul mercato
  •       Ottimizzare il lancio di nuovi servizi e prodotti
  •       Acquisire nuovi clienti 
  •       Migliorare il rapporto coi clienti esistenti
  •       Aumentare la spesa media dei tuoi clienti

…e molto altro ancora. Come?


Per realizzare una strategia vincente, sicuramente Google è un valido alleato. I KPI (Key Performance Indicators) sono le metriche Google Analytics che mostrano i dati più interessanti per la tua azienda, per esempio: da dove proviene il tuo pubblico, quali sono le pagine del tuo sito che ritiene interessanti e quali meno, quanto tempo trascorre sul sito e in che percentuale realizza conversioni (acquisti o altro). È importante sapere leggere e interpretare tutto questo per prendere decisioni corrette.

Se non sai da dove iniziare, siamo qui apposta: come evidenziato da Forbes, infatti, per ottimizzare i risultati è essenziale saper usare nel modo migliore la tecnologia che porta a migliorare la qualità dei dati e quindi a gestirli.
Da questo studio è emerso che il 59% delle aziende applica l’analisi dei dati alla propria strategia di marketing e, all’interno di queste, il 49% dei manager afferma che è necessaria per prendere decisioni migliori, il 16% che serve ad attuare iniziative chiave a livello strategico e il 10% che aiuta addirittura a migliorare i rapporti con la clientela e i partner. Il primo passo è quindi capire come ottenere il massimo dai tuoi dati.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sul mondo del digital marketing? Iscriviti alla newsletter

 

Qualche consiglio sul tracciamento dei dati


Illustrazione di un utente che naviga un sito webPer quanto rappresentino una miniera d’oro di informazioni, non tutti i dati sono in grado di darti quello che cerchi in pochi clic, ma soprattutto non sono efficaci se visti in un’ottica “one shot”. In poche parole: valuta di inserire la tua raccolta e analisi dati in una prospettiva pluriennale per poter avere un quadro esaustivo e sempre aggiornato della situazione e valutare i cambiamenti aziendali nel tempo.

Il primo passo è quello di decidere quali KPI contano per te. Basta partire dai tuoi obiettivi di business: una volta determinati i risultati che desideri raggiungere, sarà più facile capire come impostare la raccolta dati in modo utile.

Se puoi, crea un coordinamento unico per la raccolta dei dati per il marketing: una persona o un piccolo team dovrebbe essere l’unico punto di riferimento. Oppure, la tua agenzia di fiducia.

Applica l’analisi dati al marketing, ma anche ai servizi orientati al cliente: è essenziale sapere cosa pensa del tuo brand, che sia tramite indagini di mercato, comunicazione sui canali social, call center, email o visite al tuo sito. Insomma, oggi non puoi più fingere di non sapere quello che pensa il tuo pubblico.

 

Meno istinto, più previsioni: i risultati nascono dai dati

 

Colleghi in riunione prendono decisioni basate sui dati e le relative stime e previsioni futureSe in passato i manager, gli imprenditori e gli stakeholder dovevano compiere scelte di reazione basate su statistiche, oggi è possibile un orientamento diverso che si basa sulle decisioni predittive. Questo significa non basarsi più solamente sul mero dato, ma su un insieme di dati che vengono raccolti, analizzati e quindi letti considerando i collegamenti che esistono tra loro. Non più quindi il singolo numero di vendita e bilancio, ma connessioni che permettono di capire come in futuro quel numero si tradurrà in preferenze di acquisto, fenomeni di mercato e molto altro in diversi tipi di audience, aree e gamme di prodotti o servizi. Per non parlare poi delle scelte dettate da opinioni e istinto, che non trovano spazio nel mercato di oggi dove le aziende scelgono un approccio scientifico e concreto.

Queste decisioni predittive data-driven attingono da fonti interne ed esterne come i CRM e i canali social e sfruttano l’Intelligenza Artificiale per “scremare” i dati realmente interessanti da quelli che non sono rilevanti per l’azienda. In poche parole, il Machine Learning ti permetterà di fare un’analisi di dati aziendali utili e aggiornati, ottenere delle previsioni molto precise e riuscire così a prendere decisioni consapevoli e mirate per il futuro della tua attività.

Sappiamo quanto sia difficile per un’azienda trovare il tempo e le risorse per formare una persona interna che si dedichi solamente all’analisi dei dati, ma sappiamo anche che si tratta di una figura essenziale. Se non puoi contare su un dipendente, noi siamo qui per consigliarti il modo migliore per far crescere la tua attività.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!