0823742798 [email protected]

Sei un libero professionista che vende i propri servizi ad altri professionisti oppure sei a capo di un’azienda di servizi o prodotti b2b? Se la risposta è sì, dovresti fare campagne di LinkedIn ads.

Perché? Lo scoprirai continuando a leggere questo articolo.

Hai finalmente deciso di dare una scossa alla strategia di marketing digitale della tua azienda e ti stai chiedendo se LinkedIn sia il canale più adeguato a trasmettere i valori del brand e promuoverne i servizi.

La risposta è sicuramente ‘Sì!’

Per avere un futuro luminoso ed essere all’altezza dei cambiamenti del mercato, la tua azienda dovrebbe fare campagne di LinkedIn ads soprattutto se vende servizi e prodotti ad altre aziende o professionisti. Questo perché LinkedIn funziona diversamente dagli altri social media e si configura a pieno titolo come network professionale ovvero come social media dedicato al mondo del lavoro.

Infatti sul sito business.linkedin.com si legge “fai pubblicità su LinkedIn. Raggiungi i tuoi clienti ideali sulla rete professionale più grande al mondo”.

Ciò non significa che LinkedIn da solo sia in grado di portare la tua azienda a un livello successivo, ma se integrato in una più strutturata strategia di marketing digitale i risultati non tarderanno ad arrivare. Infatti integrare LinkedIn nella propria strategia digitale è vincente per più motivi.

  1. Raggiungi un pubblico esclusivo di professionisti. Potrai indirizzare i tuoi contenuti e i tuoi annunci pubblicitari a target di nicchia appartenenti a determinati settori. Inoltre il social è seguito da professionisti con titolo di studio elevato e disponibilità economiche interessanti.
  2. Promuovi la tua azienda creando annunci semplici ed efficaci. La piattaforma che il social mette a disposizione per gestire le ads LinkedIn è semplice e intuitiva.
  3. Trovi potenziali clienti interessati al tuo marchio e ai servizi che offri. Inoltre è possibile creare e gestire annunci di lavoro pescando nel network di professionisti.
  4. Controlli il budget e i costi pubblicitari personalizzando l’offerta di ogni campagna. Come per le altre piattaforme di advetising Linkedin permette di controllare il budget delle campagne e i costi relativi alla pubblicità.

 

Come funzionano in pratica le LinkedIn Ads?

 

Immagine di un cellulare durante l'apertura dell'app LinkedInÈ presto detto. Come per ogni piattaforma pubblicitaria ci sono degli step da seguire.

Ma prima di entrare nel vivo dell’implementazione pratica della pubblicità su LinkedIn è bene ricordare in questa mini-guida introduttiva, che il social mette a disposizione 3 differenti strumenti:

  • Annunci sponsorizzati
  • Messaggi inmail sponsorizzati
  • Contenuti sponsorizzati.

 

LinkedIn Ads, come scegliere l’obiettivo giusto

 

Il primo passo da compiere sulla piattaforma è la scelta dell’obiettivo. In questa fase le opzioni a disposizione sono:

  • Brand awareness
  • Visite al sito web
  • Engagement
  • Visualizzazioni video
  • Lead Generation
  • Conversioni del sito web
  • Recruitment, attività di selezione del personale.

È importante che l’obiettivo sia definito in base alla strategia di marketing della tua azienda.

 

LinkedIn Ads, come selezionare il pubblico adatto

 

Immagine del logo di LinkedIn con di fianco l'elenco scritto dei tipi di annunci Una volta impostato l’obiettivo si passa a selezione il pubblico che riceverà il messaggio della campagna. Per una performance brillante è necessario definire a monte una strategia basata sullo studio del tuo pubblico di riferimento.

L’audience può essere definito in base:

  • all’età, al genere e alla posizione geografica
  • al titolo di studio
  • alla posizione lavorativa
  • all’esperienza in numero di anni di lavoro
  • alle competenze maturate
  • agli interessi mostrati
  • ai gruppi in cui si è iscritti
  • all’azienda di cui si fa parte (nome, dimensione, connessioni).

 

LinkedIn Ads, come scegliere i formati pubblicitari migliori

 

Rispetto ai contenuti e alla scelta dei formati disponibili, è possibile promuovere annunci di vario tipo:

  • Annunci con immagine singola
  • Annunci immagine carosello
  • Annunci video
  • Annunci di testo
  • Annunci di messaggi
  • Annunci dei follower
  • Annunci Spotlight
  • Annunci di lavoro.

Ovviamente la scelta del formato dipenderà dalla tua strategia di comunicazione.

 

LinkedIn Ads, come impostare e ottimizzare il budget

 

Immagine di un cellulare con l'app LinkedIn apertaUna volta settati i vari asset non ti resta che decidere il budget e stabilire il pagamento attraverso tre metriche:

  • CPC – costo per clic, ottimo per la registrazione di eventi e la generazione di lead
  • CPM – costo per impression, ideale per la brand awareness
  • CPS – costo per invio, utilizzato per gli annunci pubblicati per ogni messaggio inviato.

L’ottimizzazione dipende dall’obiettivo impostato, inoltre il social ti chiederà di inserire un’offerta giornaliera, una data di inizio e una data di fine della campagna.

Una volta settato il tutto non ti resta che lanciare l’adv e monitorarne l’andamento nel tempo.

 

Cerchi idee per le campagne di LinkedIn Ads?

 

Per migliorare la brand reputation e posizionarti nel mercato come leader del settore dovresti mostrare le tue competenze e conoscenze condividendo approfondimenti, notizie e case study relative al tuo settore.

Un’altra idea è riutilizzare i contenuti del tuo sito/blog o degli altri social media aziendali adattandoli alla piattaforma invece che crearli ex novo.

Puoi sfruttare contenuti multimediali come video e audio concentrandoti soprattutto sullo storytelling aziendale. Infatti è bene ricordare che dietro ad ogni azienda ci sono delle persone e riuscire a raccontare le storie umane che si collegano al tuo marchio è una scelta vincente al di là della piattaforma che sceglierai di utilizzare.

A questo punto ti stai chiedendo se in azienda c’è una figura che può occuparsi della creazione, gestione e monitoraggio della pubblicità su Linkedin?

Per avere esperienze positive con campagne LinkedIn ads, potresti decidere di rinforzare le abilità del tuo team attraverso corsi di formazione e master specifici oppure affidarti ad agenzie competenti e altamente specializzate. Se hai optato per l’ultimo caso, ti consigliamo di contattarci.

0
Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commentox
()
x